Milano, così come molte altre città italiane, è spesso interessata da scioperi dei mezzi di trasporto. Questi eventi comportano la cessazione o la riduzione delle corse di autobus, metro e tram, e ciò implica notevoli disagi sia per chi abita nel centro urbano che per i pendolari che raggiungono quotidianamente la città per studio o lavoro, ma anche per i turisti, che visitano la città senza conoscerla.
In questi casi è necessario organizzare diversamente i propri spostamenti, mettendosi alla guida del proprio mezzo (se si possiede), oppure avvalendosi di servizi alternativi, tra cui l’auto con autista a Milano, sharing mobility, ecc.

Prenotare un’auto con autista

Probabilmente una delle soluzioni più semplici ed efficienti per muoversi comodamente tra le strade del capoluogo lombardo in caso di scioperi è prenotare auto con autista a Milano. Tale opzione rende possibile raggiungere praticamente ogni angolo della città senza difficoltà e in totale comodità, senza sorprese di prezzo, poiché il costo è stabilito in anticipo e non subisce variazioni.
Prenotare un’auto con autista, inoltre, potrebbe essere una scelta saggia nel caso in cui fosse necessario raggiungere una determinata località entro un orario ben specifico. Ad esempio ciò accade quando occorre raggiungere l’aeroporto in orario oppure la stazione ferroviaria.
Viaggiando a bordo di un’auto con autista è possibile accorciare la durata del tragitto perché, generalmente, gli autisti conoscono bene quali zone della città occorre evitare per raggiungere la meta. Inoltre, le auto con autista spesso hanno la possibilità di circolare in determinate zone della city in cui normalmente altre non possono circolare, il che ovviamente permette di evitare di rimanere intrappolati nel traffico. Infine, con questa soluzione si può godere di un servizio di alta qualità, con mezzi comodi e moderni, in cui è anche possibile lavorare in tutta privacy durante il tragitto.

Utilizzare il proprio veicolo

Una delle soluzioni più comuni per affrontare il problema della mobilità in caso di sciopero dei mezzi è utilizzare la propria auto. Questa scelta, però, comporta diverse problematiche, come l’aumento dell’inquinamento cittadino, la difficoltà nel trovare parcheggio, ed il rischio di rimanere intrappolati nel traffico. A questo, vanno aggiunti i costi del posto auto e del rifornimento di carburante.
Per ovviare a ciò, è possibile condividere un mezzo con altre persone che fanno lo stesso tragitto, così da ripartire al meglio i costi e ridurre il numero dei veicoli in circolazione. In ogni caso, è importante informarsi sulle regole di circolazione, specialmente nelle zone a traffico limitato e nell’area C della città (che comprende tutta l’area del centro storico all’interno dei Bastioni). Infine, bisogna verificare eventuali restrizioni o agevolazioni che possono variare in base alla tipologia di vettura.

Spostarsi in bici oppure in monopattino

Un’ulteriore soluzione alternativa all’uso della propria auto oppure al noleggio auto con autista, per potersi spostare tra le strade di Milano in caso di sciopero dei mezzi di trasporto pubblico, è puntare sui mezzi di trasporto “diversi”, ovvero, non a motore.
Se la destinazione non è eccessivamente lontana, infatti, è possibile mettersi in sella alla propria bici, oppure noleggiarne una, e raggiungere la destinazione in questo modo.
Lo stesso discorso, ovviamente, vale anche per i monopattini. Sia le bici che i monopattini, d’altronde, sono molto utilizzati nel centro della capitale della moda poiché permettono a tantissime persone di spostarsi da un quartiere all’altro senza particolari difficoltà.

Info

Autore: MondoMilano.it

Ultimo Aggiornamento: 19 Giugno 2024